• Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

INCIDENTE FERROVIARIO, MUSCARDINI ALLA COMMISSIONE UE: QUALI MARGINI DI INTERVENTO DEGLI STATI PER METTERE IN SICUREZZA LA RETE?

In una lettera al commissario europeo ai trasporti, Violeta Bulc, Cristiana Muscardini sollecita l’intervento della Commissione di Bruxelles per la messa in sicurezza della rete ferroviaria europea. “Solo un decimo dei convogli ferroviari gestiti da Trenitalia circola col doppio macchinista e tutti gli esercenti privati di trasporto ferroviario utilizzano un solo macchinista – osserva Muscardini – Di contro binari unici per 9.161 chilometri su un totale di 16.674 (in percentuale il 55%) attestano una scarsa attenzione al settore del trasporto su ferro nel suo complesso che può essere solo in parte giustificata dal surplus di attenzione resosi necessario per la TAV, laddove alle difficoltà tecniche di realizzazione di quest’ultima si sono aggiunti sommovimenti popolari tali da creare non solo ritardi ma veri e propri problemi di ordine pubblico. Ma anche volendo giustificare tale scarsa attenzione pregressa e considerando che l’utenza di determinate linee possa non giustificare il raddoppio delle stesse, non si vede per quale ragione vi siano tratte in cui possano non trovare applicazioni sistemi di controllo come l’Ertms/Etcs per le linee ad Alta velocità e il Scmt (Sistema controllo marcia treno) per le linee convenzionali. Grazie ad esse, ove un macchinista non si adegui ai segnali che dalle rotaie vengono rimbalzati in cabina, il treno si ferma. Da quando la rete è stata coperta interamente da questi sistemi, non ci sono più stati incidenti gravi”.

Sulla base di questi dati, Muscardini chiede:

-           intende la Commissione avviare un’indagine sulla sicurezza dei trasporti ferroviari europei?

-          sussistono margini per obbligare gli Stati europei ad adottare uno standard vincolante uniforme in tema di doppio conducente, doppio binario e sistemi di controllo automatici?

-          esistono vincoli di contabilità pubblica che possano ostacolare la messa in sicurezza della rete ferroviaria da parte dei singoli Stati e delle società che gestiscono in concessione tale rete e/o vi esercitano attività di trasporto?

 

ELEZIONI, MUSCARDINI: RIVEDERE IL PREMIO DI MAGGIORANZA NEI COMUNI

«Il forte astensionismo che ha nuovamente caratterizzato le elezioni amministrative rende necessaria una revisione delle norme per l’assegnazione del premio di maggioranza» - ha dichiarato Cristiana Muscardini, presidente del movimento Conservatori Social Riformatori. «Non si può avere un premio di maggioranza al 60% quando si è eletti col 27-30% degli aventi diritto al voto - ha proseguito -, non si può avere il 60% dei consiglieri quando si rappresenta poco più di un quarto dell’elettorato. Riteniamo urgente modificare la legge elettorale introdotta dal secondo governo Amato che disciplina l’assegna dei seggi in Consiglio comunali, per stabilire che il premio di maggioranza può essere assegnato quando ha votato almeno il 60% degli aventi diritto e per stabilire ancora che il premio di maggioranza sia pari al massimo al 55% dei seggi consiliari». «Le dichiarazioni che le forze politiche hanno fatto, dopo il risultato elettorale, in merito alla necessità di riavvicinarsi realmente agli elettori passano anche da scelte come quella che proponiamo altrimenti si tratta solo di parole al vento» - ha concluso Muscardini.

 

ELEZIONI MILANO, MUSCARDINI: UN SINDACO VICINO AL GOVERNO? LE DICHIARAZIONI DI SALA CONTRO OGNI PRINCIPIO DEMOCRATICO!

 “Inquietante la dichiarazione di Sala al Corriere ‘Per Milano sarebbe un vantaggio avere un sindaco vicino al governo’. Vuole dire che l’attuale governo dà più ascolto, usa canali preferenziali con i sindaci che appartengono allo schieramento partitico che governa? L’affermazione è in contrasto con ogni criterio democratico e sarà bene che Sala chiarisca il suo pensiero e che si verifichi se in questi anni le amministrazioni non di fede diessina abbiano subito ritardi nell’ascolto delle loro richieste”. E’ quanto dichiara l’On. Cristiana Muscardini, Presidente dei Conservatori Italiani.

 


Pagina 1 di 228
Segreteria Parlamentare
Via Vincenzo Bellini 19 - 20122 Milano Tel. 02.796175 fax: 02.76024639